Home Liturgia
articoli
Preghiera della frazione al Figlio che è recitata durante il digiuno degli Apostoli PDF Stampa
Sabato 23 Giugno 2012 10:07

Tu sei il Verbo del Padre, il Dio che da prima dei secoli è il più grande Sommo Sacerdote, colui che si è incarnato e si è fatto uomo per la salvezza del genere umano. Ha chiamato a Sé, da tutte le nazioni, una stirpe scelta, un regno, un sacerdozio, una nazione santa e un popolo purificato.

Al cinquantesimo giorno, Hai inviato lo Spirito Santo sugli apostoli, come lingue di fuoco che si spartivano su ciascuno di loro e li colmo di tutta la sapienza, tutta la comprensione e tutta la saggezza spirituale secondo la tua promessa veritiera.

Parlarono in tutte le lingue, predicarono il Tuo Santo nome a tutte le nazioni. Anche gli Apostoli Pietro e Paolo, l’ombra dell’uno guariva i malanni, e i fazzoletti dell’altro curavano le malattie e scacciavano gli spiriti maligni.

Dopo avere predicato il vangelo del regno e insegnato ai popoli, il loro sangue fu versato per il Tuo Santo nome, e ottennero la corona dell’apostolato e del martirio.

Tu che hai concesso ai Tuoi santi discepoli e Tuoi apostoli meritevoli, la grazia di ricevere lo Spirito Santo Consolatore, e gli Hai dato il potere di operare guarigione e di fare prodigi e miracoli.

Hanno predicato il Tuo Santo Nome e ci hanno condotto alla vera fede nella Santa Trinità.

Ti lodiamo, Ti benediciamo Ti glorifichiamo e Ti ringraziamo per queste grazie immense e Ti chiediamo, Signore, di perdonare i nostri peccati e di purificare i nostri cuori, le nostre anime, i nostri corpi e i nostri spiriti, così che con cuore puro, con fiducia e senza paura, osiamo gridare verso Tuo padre Santo che è nei cieli dicendo: Padre nostro che sei nei cieli...

 
La Vergine Maria, tabernacolo e arca dell'alleanza PDF Stampa
Giovedì 01 Dicembre 2011 00:00

Nella Chiesa copta ortodossa la Madre di Dio Maria è anche paragonata al tabernacolo eretto da Mosè e a molte delle cose che in esso erano contenute. Qui considereremo il paragone con il tabernacolo stesso, l'arca dell'alleanza, il propiziatorio e la coppa aurea della manna, quest'ultimi contenuti nell'arca.

Si legge in Esodo:

Tabernacolo:

Il Signore parlò a Mosè e disse: «[...] Essi mi faranno un santuario e io abiterò in mezzo a loro. Me lo farete in tutto e per tutto secondo il modello del tabernacolo e secondo il modello di tutti i suoi arredi, che io sto per mostrarti (Es 25,1,8,9)

Leggi tutto...
 
La Vergine Maria, il vero roveto ardente PDF Stampa
Mercoledì 30 Novembre 2011 18:10


PiVatos (Il roveto)

Nella Chiesa copta ortodossa la Madre di Dio Maria è paragonata al miracoloso roveto ardente che Mosè vide sul monte Sinai, specialmente nel mese copto mariano che si chiama "Kiahk" e coincide con l'Avvento.

Il miracolo del roveto ardente è raccontato in un capitolo dell'Esodo in cui si legge:

L'angelo del Signore gli apparve in una fiamma di fuoco in mezzo a un roveto. Egli guardò ed ecco: il roveto ardeva nel fuoco, ma quel roveto non si consumava. Mosè pensò: «Voglio avvicinarmi a vedere questo grande spettacolo: perché il roveto non brucia?». Il Signore vide che si era avvicinato per vedere e Dio lo chiamò dal roveto e disse: «Mosè, Mosè!». Rispose: «Eccomi!». Riprese: «Non avvicinarti! Togliti i sandali dai piedi, perché il luogo sul quale tu stai è una terra santa!» (Es 3,2-5)

Leggi tutto...
 
L'offertorio nella Divina Liturgia secondo il rito copto ortodosso PDF Stampa
Domenica 08 Giugno 2008 13:11

L'offertorio secondo il rito copto ortodosso si compone di varie fasi.

Leggi tutto...
 


Copyright © 2017 Patriarcato Copto Ortodosso - Diocesi di San Giorgio Roma. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.