Home
Dossologia per il tempo di Quaresima PDF Stampa E-mail
Domenica 24 Marzo 2013 14:16

Loderò, o Signore, le tue misericordie nei secoli dei secoli, e canterò con la mia bocca la tua giustizia, di secolo in secolo.

* Le mie iniquità si sono elevate al di sopra del mio capo, e pesano su di me: o mio Dio ascolta il mio sospiro, ed allontanale da me.

Trattami come il pubblicano che peccò contro di te, ed avesti pietà di lui e rimettesti i suoi peccati.

* Trattami come la peccatrice, che tu redimesti e confermasti e salvasti, poiché piacque al cospetto tuo.

Trattami come il ladrone il quale fu crocifisso alla tua destra, e ti confessò, così dicendo:

* «Ricordami, o mio Signore, ricordami, o mio Dio, ricordarni, o mio Re, quando verrai nel tuo regno».

Poiché tu, o mio Salvatore, accettasti la sua confessione, avesti pietà di lui, e lo mandasti in paradiso.

* Ed anche con me peccatore, o Gesù, mio Dio e mio vero Re, sii misericordioso, e trattami come uno di quelli.

Io so che tu sei buono, misericordioso e compassionevole; ricordati di me nella tua misericordia sino ai secoli dei secoli.

* Ti chiedo, o mio Signore Gesù, non castigarmi nella tua collera, e non castigarmi nella tua ira la mia ignoranza.

Poiché tu non vuoi la morte del peccatore ma che torni e viva. Abbi pietà della mia debolezza, e non guardarmi con ira.

* Ho peccato Gesù, Signore mio, ho peccato, Gesù, Dio mio, mio Re, non contare i peccati commessi.

Ti prego, o mio Salvatore, mi afferrino le tue misericordie e mi salvino nelle difficoltà contrastanti l’anima mia.

* Non dar fuoco alla mia ignoranza, come a Sodoma, e non distruggermi, come Gomorra.

Ma, o mio Signore, ricordati di me come dei Niniviti, i quali si convertirono, e rimettesti i loro peccati.

* Ma le tue misericordie mi afferrino presto, affinché io canti con questo popolo con voce incessante.

Per questo, chiedo, o mio Signore Dio, mio Salvatore, non giudicare me, debole peccatore.

* Ma sciogli e rimetti le mie prevaricazioni, in quanto buono e amante degli uomini, abbi pietà di me secondo la tua grande pietà.

 
S.E. Barnaba incontra S.S. Francesco PDF Stampa E-mail
Giovedì 21 Marzo 2013 14:25

 
S.E. Barnaba incontra S.S. Teodoro II PDF Stampa E-mail
Giovedì 21 Marzo 2013 14:12

Ultimo aggiornamento Giovedì 21 Marzo 2013 14:15
 
Messaggio di S.E. Mons. Barnaba al neoeletto papa della Chiesa cattolica Francesco PDF Stampa E-mail
Giovedì 14 Marzo 2013 00:12

Sua Santità Papa Francesco, è con grande gioia e gratitudine al Signore che apprendiamo la notizia della Sua elezione alla guida della Chiesa Cattolica. Intendiamo, perciò, esprimere a Lei e a tutti i cattolici sparsi nel mondo i nostri più fervidi auguri e i nostri migliori auspici che il Suo pontificato sia lungo e prosperoso.

Abbiamo particolarmente apprezzato il primo discorso fatto da Sua Santità nel quale, definendosi Vescovo di Roma, ha messo in risalto l’intimo rapporto spirituale che lega il vescovo al Suo gregge e che il cammino di entrambi non è pensabile senza il servizio e la preghiera dell’uno per l’altro. Siamo rimasti anche positivamente ammirati dalla scelta del Suo nome così simbolicamente pregno di radicalità evangelica. Ci ha particolarmente colpito l’umiltà con la quale ha chiesto al popolo riunito in centinaia di migliaia sotto la loggia in San Pietro di pregare per Lei e per il Suo ministero apostolico, quello stesso popolo con il quale festeggerà tra meno di tre settimane la Risurrezione del Signore.

Siamo fiduciosi che, come il Suo amato predecessore e papa emerito, Benedetto XVI, Sua Santità saprà essere un tenero padre e un attento pastore per il gregge che Le è stato affidato dal Signore oltre che un punto di riferimento sulla scena spirituale ed etica mondiale, in particolare per il Medio Oriente. Siamo certi, inoltre, che Lei sarà un eccellente interlocutore nelle relazioni tra la Chiesa copta ortodossa e la Chiesa cattolica. Auspichiamo che come Benedetto XVI continui a lavorare al dialogo per l’unità dei cristiani e che resti vicino con il cuore, la preghiera e l’azione alla nostra chiesa e ai popoli martoriati del Medio Oriente. Per questo motivo preghiamo lo Spirito Santo perché il dialogo e l’amicizia che esiste tra le nostre due chiese si intensifichino sempre più e diano i frutti che piacciono a Dio.

Da parte nostra, nel rinnovarLe i nostri  auguri, Le assicuriamo le nostre ferventi preghiere per l’alto e difficile compito che Le è stato affidato e invochiamo per Lei le intercessioni della Deipara santa Vergine Maria, che noi copti chiamiamo affettuosamente la Madre della Luce, perché il Signore La protegga, La fortifichi e La guidi nel suo ministero apostolico.


Roma, 13.3.2013


Mons. Barnaba
Vescovo della diocesi di San Giorgio Roma
della Chiesa copta ortodossa

Ultimo aggiornamento Giovedì 14 Marzo 2013 12:47
 
Messaggio di S.S. Teodoro II a S.S. Benedetto XVI PDF Stampa E-mail
Venerdì 01 Marzo 2013 14:29

Sua Santità Teodoro II, papa di Alessandria e patriarca della predicazione di San Marco, ha fatto giungere a Sua Santità Benedetto XVI, papa emerito della Chiesa cattolica, un messaggio in occasione della fine del suo pontificato. Il messaggio è stato fatto recapitare da Mons. Barnaba, vescovo della diocesi copta ortodossa di San Giorgio Roma.

Segue il messaggio in arabo e in traduzione italiana:

أبادلكم قبلة المحبة الاخوية فى شخص ربنا يسوع المسيح راجيا لشخصكم المبارك سلام الروح وكامل صحة الجسد.

لقد علمنا برغبتكم فى اعتزال منصبكم كاسقف للكنيسة الكاثوليكية وقد تاثرنا قلبيا بهذا القرار الغير متوقع ولكننا فى نفس الوقت نثق فى شخصكم الحكيم وضميركم الصالح امام الله وكذلك اتضاعكم وغيرتكم على كنيسة الله المقدسة التى افتداها بدمه الكريم على خشبة الصليب المقدس.

وأنا واثق ان هذا القرار جاء بعد صلوات واصوام وتضرعات قدمتوها من قلبكم الممتلئ بروح الله الذى ارشدكم بما تفعلون.

إن كنيستنا القبطيه تراكم قامة روحية عالية فى اللاهوت والوحدة والشهادة للمسيح واهتمامكم بالحوارات اللاهوتية التى تقرب بين الكنائس.

لقد شعرنا بقرب قداستكم من كنيستنا وروحانيتها وان ننسى ابدا بياناتكم وردود افعالكم لصالح الكنائس الشرقية فى لحظات الالم التى مرت بها فى تاريخنا المعاصر.

إننا نصلى بالحقيقة لكى يمنحكم ربنا يسوع المسيح الصحة والقوة والعمر المديد كما نرفع قلوبنا متشفعين بوالدة الاله القديسة الطاهرة السيدة العذراء مريم وجميع القديسين لكى ما يقود روح الله القدوس الكنيسه الكاثوليكيه فى اختيار قياداتها الروحية الجديدة على نفس الدرب الذى سار عليه الاباء من اجل النصيب السماوي.

القاهرة، ٢٨ فبراير ٢٠١٣

قداسة البابا تواضروس الثاني
بابا الإسكندرية
وبطريرك الكرازة المرقسية

 

Santità, Le porgo il bacio dell'amore fraterno nel Signore nostro Gesù Cristo, auspicando per la Sua benedetta persona la pace dello spirito e la piena salute del corpo.

Quando abbiamo appreso del Suo desiderio di rinunciare al ministero di Vescovo di Roma siamo rimasti profondamente scossi da questa decisione inaspettata. Al contempo, abbiamo fiducia nella Sua saggezza e nella Sua buona coscienza davanti a Dio, nella Sua umiltà e nel Suo zelo per la santa Chiesa di Dio che Egli ha redento con il suo sangue prezioso sul legno della santa Croce.

Sono certo che questa decisione sia giunta dopo aver offerto a Dio preghiere, digiuni e suppliche dal Suo cuore ricolmo dello Spirito, quello stesso Spirito che La sta guidando in ciò che Lei fa.

La nostra Chiesa La ritiene di elevata statura spirituale che si è palesata nella teologia, nello sforzo per l'unità, nella testimonianza a Cristo e nel ruolo che Lei ha svolto nei dialoghi ecumenici volti ad avvicinare le Chiese.

Abbiamo percepito la vicinanza di Sua Santità alla nostra chiesa e alla nostra spiritualità e mai dimenticheremo le Sue dichiarazioni e le Sue azioni a favore delle Chiese orientali in momenti particolarmente dolorosi della nostra storia recente.

Noi preghiamo invero perché il nostro Signore Gesù Cristo Le doni salute, vigore e ancora molti anni, innalzando i nostri cuori a Dio e chiedendo le intercessioni della Deipara la pura santa Vergine Maria e di tutti i santi affinché lo Spirito Santo di Dio guidi la Chiesa cattolica nella scelta delle sue nuove guide spirituali affinché camminino sui passi dei santi Padri in vista dell'eredità celeste.

Il Cairo, 28 febbraio 2013.

Sua Santità Teodoro II
Papa di Alessandria e 
Patriarca della predicazione di San Marco

Ultimo aggiornamento Venerdì 01 Marzo 2013 15:18
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 3 di 21
Copyright © 2017 Patriarcato Copto Ortodosso - Diocesi di San Giorgio Roma. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.